ArcheoMuseo 2.0

Museo Archeologico del Comune di Arona

Kosios presenta il commercio e la produzione del vino

“Ho scritto il mio nome sul mio bicchiere da birra: Kosios! Sono un agricoltore e vivo nelle campagne presso il Ticino. Conosco da tempo il modo di ricavare una bevanda speciale, che dona ebbrezza e fa sentire vicini agli Dei, utilizzando le rimanenze dell’orzo e dei cereali che coltivo, facendoli fermentare in acqua e aggiungendo quel gusto amarognolo e dissetante grazie ai germogli di luppolo. Ma da qualche tempo è arrivata nelle mie terre anche una nuova bevanda inebriante, portata dai mercanti etruschi in speciali anfore di terracotta, che giungono con imbarcazioni dal fiume, si tratta del vino, ricavato dall’uva. Io stesso, come molti altri del mio villaggio, ho apprezzato la nuova bevanda. Abbiamo per questo iniziato a sperimentare anche noi la coltivazione di quel frutto che dà il succo che si trasforma in vino. Devo dire che i primi esperimenti sono andati molto bene. La vite cresce rigogliosa sui nostri colli e presto, sono certo, potremo anche noi produrre buoni vini per rallegrare le nostre tavole e dare forza e vitalità ai nostri animi!”

 

1.Kosios

 

2. Anfora vinaria etrusca

 

 

 

2.

1.